forum allenamento { UCP }


Allenamento per l'Arrampicata

»

Tecnica

All times are UTC + 1 hour





Post new topic Reply to topic  [ 7 posts ] 
  Print view Previous topic | Next topic 
Author Message
 Post subject: CLassificazione difficoltà
PostPosted: 09 Jul 2010, 12:33 
Offline

Joined: 04 Jul 2010, 09:19
Posts: 431
Qualcuno riesce a spiegarmi la scala delle difficoltà?? grazie!

_________________
http://www.valoridietetici.it


Top
  Profile  
 
 Post subject: Re: CLassificazione difficoltà
PostPosted: 09 Jul 2010, 13:02 
Offline
User avatar

Joined: 07 Jul 2010, 06:47
Posts: 496
Ci sono due scale: la scala alpinistica e la scala dell'arrampicata sportiva.

La scala alpinistica si esprime in gradi: I, II, III, IV, ecc. Originariamente si fermava al sesto grado, perché si credeva che andare oltre il sesto grado non fosse umanamente possibile.

La scala dell'arrampicata sportiva si esprime in numeri affiancati da lettere: 5a, 5b, 5c, 6a, 6b, 6c, 7a, 7b, 7c, ecc. Un 5a della scala dell'arrampicata sportiva non corrisponde ad un V grado della scala alpinistica, ma è già un VI-VII. Con il 7a siamo già oltre l'VIII grado della scala alpinistica. Oltre il VI grado della scala alpinistica quasi nessuno usa più i gradi della scala alpinistica: si usa la scala dell'arrampicata sportiva.

L'attribuzione di un grado è soggettiva: non esistono criteri per stabilire il grado. Spesso sento dire cose del tipo: "se la parete è verticale allora è V..." Non è vero...non è detto...

Per far capire quanto fosse errata la convinzione che oltre il sesto grado non si potesse andare, basta pensare al fatto che il grado attualmente realizzato e riconosciuto è il 9b, che se consideriamo la scala alpinistica va a finire oltre il XIII grado. C'è stata anche una proposta di 9b+, che però non è stata confermata.

In genere, il primo che sale una via di arrampicata gli attribuisce un grado. Se la via è di più tiri, si attribuisce un grado ad ogni tiro. Poi, i successivi ripetitori possono confermare o non confermare il grado. Accade molto raramente che il grado non sia confermato, anche perchè in genere il primo ripetitore di una via è sempre uno esperto.
Chiaramente, chi attribuisce un grado lo fa in considerazione della sua precedente esperienza di arrampicata: quindi in considerazione dei gradi che erano stati attribuiti alle vie da lui precedentemente salite.
Come dicevo, non esistono criteri tassativi per stabilire il grado: è una questione soggettiva.

In linea gerenale, ti posso dire che qua in montagna i gradi sono molto più "stretti" di quelli delle falesie delle zone non alpine... :mrgreen:

Ci sono poi anche altre scale: ad esempio quella americana, che si esprime in numeri...complicatissima...addirittura con i decimali...


Top
  Profile  
 
 Post subject: Re: CLassificazione difficoltà
PostPosted: 09 Jul 2010, 13:08 
Offline
User avatar

Joined: 07 Jul 2010, 06:47
Posts: 496
http://www.triesteonsight.it/tabella.htm

Qui c'è la tabella comparativa.

La scala UIAA è quella alpinistica. La scala F è quella francese, usata per l'arrampicata sportiva.


Top
  Profile  
 
 Post subject: Re: CLassificazione difficoltà
PostPosted: 10 Jul 2010, 06:24 
Offline

Joined: 04 Jul 2010, 09:19
Posts: 431
La mia ignoranza non ha limiti.... :lol:

che differenza c'è tra arrampicata alpina e sportiva?

_________________
http://www.valoridietetici.it


Top
  Profile  
 
 Post subject: Re: CLassificazione difficoltà
PostPosted: 10 Jul 2010, 11:09 
Offline
User avatar

Joined: 07 Jul 2010, 06:47
Posts: 496
L'arrampicata alpinistica (alpinismo) è quella che effettui su pareti alpine: vie di più tiri su pareti alpine, in montagna, dove le protezioni sono solo gli eventuali (perché non sempre ci sono, anzi quasi mai) chiodi lasciati dai primi salitori più quelle che mette il primo di cordata salendo, e che possono essere firend o clessidre (nella clessidra si infila un cordino o un natsro in cevlar, e ci si mette il moschettone in cui si fa passare la corda). In genere, in un tiro di una via in montagna, è già molto se si trovano 6-7 punti di protezione su 60m (significa che se il primo di cordata "vola", può fare un volo di 20m ben che vada).
I chiodi, poi, hanno una portata limitata: è bene cercare di non volare sui chiodi, e anche di non appendersi; salvo i chiodi di sosta, che però devono essere almeno 2.
E' molto più resistente una clessidra su dolomia solida che un chiodo...

L'arrampicata sportiva si pratica invece solo su pareti artificiali, su falesie o in montagna ma sempre con protezioni sugli spit, che sono delle specie di chiodi che però hanno una sicurezza elevatissima (reggono il peso di un elicottero, per dire...), e che sono fissati lungo la via in genere ogni 2 metri o anche meno. L'arrampicata sportiva è uno sport assolutamente sicuro: eventuali incidenti sono dovuti agli errori umani (ad esempio non fare bene il nodo sull'imbrago...).

E' chiaro che in arrampicata sportiva puoi cercare sempre il tuo limite (puoi sempre permetterti di resistere finchè i muscoli non cedono, per poi fare un piccolo volo sullo spit), mentre ciò non è possibile nell'alpinismo. Se vai a fare una via alpinistica e sei il primo di cordata, devi avere un grado massimo di arrampicata sportiva molto più alto di quello che vai ad affrontare in montagna: devi essere praticamente sicuro di non volare.

Quando facevo arrampicata ho fatto anche varie vie alpinistiche da primo di cordata, di difficoltà fino al VI, ma avevo un grado massimo in falesia intorno al 7c in pochi tentativi, per cui sul VI grado ero quasi certo di non volare.


Top
  Profile  
 
 Post subject: Re: CLassificazione difficoltà
PostPosted: 11 Jul 2010, 08:26 
Offline
Site Admin

Joined: 30 Jun 2010, 20:05
Posts: 32
Quindi se ho capito bene, l'arrampicata alpina richiede più esperienza? :oops:

Sei mai volato in arrampicata alpina? :?


Top
  Profile  
 
 Post subject: Re: CLassificazione difficoltà
PostPosted: 11 Jul 2010, 12:59 
Offline
User avatar

Joined: 07 Jul 2010, 06:47
Posts: 496
admin wrote:
Quindi se ho capito bene, l'arrampicata alpina richiede più esperienza? :oops:

Sei mai volato in arrampicata alpina? :?


Certamente, richiede più esperienza, specialmente se si sale da primi di cordata. Ma soprattutto, come dicevo, è necessario che il primo di cordata abbia un livello massimale nettamente e di molto superiore al grado che va ad affrontare in parete alpina: deve essere quasi certo di non volare. Il secondo di cordata può anche "permettersi" di volare, perchè in quel caso semplicemente si resta appesi.

No, non sono mai volato in parete alpina; se fossi volato probabilmente non sarei qui a scrivere... :mrgreen:


Top
  Profile  
 
Display posts from previous:  Sort by  
Post new topic Reply to topic  [ 7 posts ] 

Allenamento per l'Arrampicata

»

Tecnica

All times are UTC + 1 hour


Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 0 guests


You cannot post new topics in this forum
You cannot reply to topics in this forum
You cannot edit your posts in this forum
You cannot delete your posts in this forum
You cannot post attachments in this forum

Search for:
Jump to:  



Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group

phpBB SEO

skymiles v1.1 designed by CodeMiles Team -TemplatesDragon-.